…… E diamoci un taglio!

Ora vi spiego: tutto è iniziato un paio di settimane fa, un giorno in cui non ne potevo più del piattume dei miei capelli, sempre così lisci ed attaccati al viso.a69f21676afe3e32852419d367ad679b

Volevo cambiare qualcosa, per renderli più vaporosi e movimentati. Pensando e ripendando, la cosa migliore era tagliare il ciuffo, si’, era proprio quello che ci voleva: avrei incorniciato il viso, senza peraltro fare qualcosa di drastico.1d750964e2cd79c071b7613d3f6613a5

C’era un problema però: quando?

0447e8e1a0efc776090d33035435532dIn settimana non ho avevo mai un orario fisso in ufficio, quindi non potevo prendere appuntamento dalla parrucchiera! E nel week end? Beh, nel week end sono sempre piena di impegni, e poi le parrucchiere non hanno un buco libero, il sabato!

3db0eb0cd435a8658c951d57d1ed16bc

Ma io volevo farlo, e subito. Non avevo voglia di aspettare.

Ed ecco che arriviamo al fattaccio. 3a0d8b14ce31e38379c71e414a40c558

Ero quasi nel mio periodo X – voi ragazze mi capite – ero emotiva, impulsiva e determinata a fare cazzate.ac34d582912a3b2fc3da8fcf94bafa4d

Così mi è venuta una  brillante idea: perché non chiedere a mia mamma di  tagliare il ciuffo?

Mai avuto idea peggiore. 62b68bdb345096a53fb738d1c7f34aa4

Subito abbiamo capito – sia io che lei – che qualcosa era andato storto; ed i goccioloni che dagli occhi scendevano a rigarmi le guance erano la prova più evidente!

8b655eebcc28a4c31d63cdb1fba5fc56Non saprei come definirlo, ma sicuramente quello non era un ciuffo!

Bisognava fare qualcosa. Ma cosa? 6c7d85aaa06a6c74dfc47e3b2a3e958d

Dopo vari giorni di meditazione, ho deciso: li avrei tagliati, e non di poco. Il mio sarebbe stato un taglio drastico, direi quasi un caschetto.81f65ad5b349752a0d8939109a5f830c 

 

FacebookTwitterGoogle+PinterestTumblrCondividi